Camera Italia per i Balcani e Ucraina +39 0854454417 info@cibfea.com

A CENA CON L’ITALIA – MINSK 2015

La Camera Italia per i Balcani e Ucraina nel mese di novembre 2015 organizzerà una missione-evento denominata “A cena con l’Italia” nello specifico a Minsk dal 9 al 12 novembre. Due giornate interamente dedicate alla promozione del settore agroalimentare Made in Italy volte a rafforzare gli scambi commerciali tra l’italia ed i Paesi dell’Unione Doganale EuroAsiatica nonché a valorizzare lo scambio culturale tra l’Italia e la Bielorussia. Non si tratterà di una semplice presentazione delle aziende e dei rispettivi prodotti, ma sarà un vero cooking show dedicato alla presentazione onair dello stile italiano in cucina durante il quale i cuochi italiani personalizzeranno il Menù creando dei piatti d’autore utilizzando i prodotti messi a disposizione dalle aziende.

Come da programma ci saranno due giornate interamente dedicate all’azienda italiana con lo scopo di presentare al meglio e in modo al quanto più efficace la gamma prodotti selezionando con cura, in base all’esperienza e la professionalità dei nostri agenti sul territorio, gli interlocutori quali importatori, buyers, grossisti. Nella prima giornata si prevede una presentazione della Bielorussia come sistema paese “Opportunità e sviluppo” a cura della Camera Italia per i Balcani e Ucraina per poi proseguire con gli incontri B2B con i potenziali partner locali. Nel frattempo i nostri collaboratori inizieranno l’allestimento della location dove si terrà l’evento “A cena con l’Italia” e le aziende partecipanti saranno prontamente accompagnate presso la location per l’apertura della serata. In base agli studi di fattibilità e una prima campagna di marketing svolta a Minsk l’evento ha suscitato un interesse non indifferente non solo da parte delle istituzioni ma anche, e soprattutto, nella stampa specializzata nel settore food di alto livello. Tant’è che tra gli invitati all’evento ci saranno importatori/distributori/buyer del settore enogastronomico bielorussi/russi/kazaki, ma anche la stampa specializzata (giornalisti e food blogger). Durante la cena le aziende saranno opportunamente presentate e promozionate attraverso lo storytelling in lingua russa agli ospiti e ai media nazionali e internazionali. Interviste ed evento di chiusura a cura della stampa locale.

La seconda giornata prevede la visita di alcuni Centri Commerciali per conoscere in maniera più approfondita la tipologia di prodotti presenti sul mercato, la loro gamma, qualità e livello di prezzo. Il tutto con la guida locale, esperto nel settore enogastronomico, e personalizzato per la tipologia del prodotto dell’azienda. Si prevede anche la possibilità di dividere la delegazione in gruppi in base alle necessità logistiche.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento conoscitivo senza alcun impegno si prega di contattare la segreteria via mail segreteria.presidenza@cibfea.com oppure chiamare allo 085 2196322 / + 39 328 6521496.

Scarica il programma completo della missione-evento “A cena con l’Italia”:

Programma_A cena con l’Italia

PROGETTO “VIVI, SOLDATE!”

I fondatori e partecipanti attivi del progetto nazionale di beneficenza per restituire la qualità della vita dei feriti in zone di conflitto in Ucraina “Vivi, soldate!” sono Science Center “Veritas” e ONG “Alceste” che invitano a partecipare a questo progetto di beneficenza per dare assistenza ai giovani militari.

L’obiettivo principale del progetto nazionale “Vivi, soldate!” è di far tornare alla vita normale i feriti di guerra attraverso la fornitura di protesi di ultima generazione e  supporto nella riabilitazione fisica e morale a lungo termine a più livelli: medico, sociale e professionale.

“Vivi, soldate!” è un progetto internazionale e l’Italia sin dall’inizio ha preso parte attiva nella ricerca di strutture pubbliche e private nazionali che potessero offrire servizi adeguati di protesizzazione e riabilitazione dei giovani militari ucraini mutilati.

I fondatori e partecipanti attivi del progetto nazionale di beneficenza per restituire la qualità della vita dei feriti in zone di conflitto in Ucraina “Vivi, soldate!” sono Science Center “Veritas” e ONG “Alceste” che invitano a partecipare a questo progetto di beneficenza per dare assistenza ai giovani militari.

L’obiettivo principale del progetto nazionale “Vivi, soldate!” è di far tornare alla vita normale i feriti di guerra attraverso la fornitura di protesi di ultima generazione e  supporto nella riabilitazione fisica e morale a lungo termine a più livelli: medico, sociale e professionale.

“Vivi, soldate!” è un progetto internazionale e l’Italia sin dall’inizio ha preso parte attiva nella ricerca di strutture pubbliche e private nazionali che potessero offrire servizi adeguati di protesizzazione e riabilitazione dei giovani militari ucraini mutilati.

La società di servizi di supporto alla nostra Camera,  International Consulting, è stata in grado di mettere in contatto con il Governo Ucraino l’azienda Corpora srl di Caserta (protesi) e il Centro Riabilitativo “Angeli di Padre Pio”  di San Giovanni Rotondo (FG) e tra il mese di luglio e settembre 2015 arriveranno in Italia i primi 13 militari ucraini  per iniziare il loro percorso personalizzato sia per il montaggio delle protesi che per la riabilitazione della capacità motoria.

Dal 2014 e fino ad oggi con il costante sostegno della CIBFEA rappresentata dal Segretario Territoriale in Ucraina Dott.ssa Alla Romashko sono stati realizzati i seguenti step nell’ambito del progetto “Vivi, soldate!”:

  1. il progetto parte alla fine del mese di ottobre e International Consulting ha partecipato alla fiera medica di Kiev, dove l’azienda Corpora è stata unica che abbia presentato delle protesi;
  1. nei primi giorni di novembre preso una clinica di Kiev è stato creato il gruppo protesico per i feriti nella zona del conflitto con lo scopo di esaminare la situazione e raccogliere i problemi esistenti; una volta al mese i professionisti si incontrano gratuitamente con le persone che hanno bisogna delle protesi;
  1. il 6 novembre abbiamo incontrato i rappresentanti del Ministero della Salute d’Ucraina;
  1. il 11 novembre abbiamo incontrato il capo della direzione PMI della Banca Europea di Ricostruzione e Sviluppo, Dott. Anton Usov. Abbiamo discusso le possibilità di finanziamento dei progetti dedicati al settore medicinale e siamo stati indirizzati all’UNDP (United Nations Development Programme in Uraine);
  1. sempre a novembre abbiamo incontrato l’Ambascatore d’Italia a Kiev ed abbiamo ricevuto la sua approvazione per lo sviluppo del progetto e la sua disponibilità di darci ogni sostegno necessario;
  1. abbiamo avuto numerosi incontri con gli interessati della città di Kiev: farmacie, centri ortopedici, negozi specializzati e punti vendita per esaminare il mercato e per creare una rete specializzata:
  2. abbiamo partecipato a diverse Tavole Rotonde con tutti gli interessati a prendere parte nel Progetto: rappresentanti istituzionali, medici specializzati, produttori di sistemi medicali, famiglie dei feriti, stampa, ecc.;
  1. a febbraio una delegazione italiana composta dalla Direzione Generale della Fondazione Angeli di Padre Pio, e dal General Manager di Corpora è stata ufficialmente in missione a Kiev per presentarsi ufficialmente ai Rappresentanti del Governo Ucraino e nello specifico al Servizio Statale che cura la contrattualistica relativa all’invio dei militari feriti al’estero. In tale occasione sono stati visitati i principali ospedali statali di Kiev dove vengono ricoverati i militari feriti. La delegazione è stata ricevuta ovviamente dall’Ambasciatore italiano a Kiev ed in tale occasione Corpora Srl ha manifestato l’intento ad aprire un centro di assistenza protesico a Kiev che fornirà ulteriore assistenza ai militari protesizzati in Italia.