PROGETTO “VIVI, SOLDATE!”

I fondatori e partecipanti attivi del progetto nazionale di beneficenza per restituire la qualità della vita dei feriti in zone di conflitto in Ucraina “Vivi, soldate!” sono Science Center “Veritas” e ONG “Alceste” che invitano a partecipare a questo progetto di beneficenza per dare assistenza ai giovani militari.

L’obiettivo principale del progetto nazionale “Vivi, soldate!” è di far tornare alla vita normale i feriti di guerra attraverso la fornitura di protesi di ultima generazione e  supporto nella riabilitazione fisica e morale a lungo termine a più livelli: medico, sociale e professionale.

“Vivi, soldate!” è un progetto internazionale e l’Italia sin dall’inizio ha preso parte attiva nella ricerca di strutture pubbliche e private nazionali che potessero offrire servizi adeguati di protesizzazione e riabilitazione dei giovani militari ucraini mutilati.

I fondatori e partecipanti attivi del progetto nazionale di beneficenza per restituire la qualità della vita dei feriti in zone di conflitto in Ucraina “Vivi, soldate!” sono Science Center “Veritas” e ONG “Alceste” che invitano a partecipare a questo progetto di beneficenza per dare assistenza ai giovani militari.

L’obiettivo principale del progetto nazionale “Vivi, soldate!” è di far tornare alla vita normale i feriti di guerra attraverso la fornitura di protesi di ultima generazione e  supporto nella riabilitazione fisica e morale a lungo termine a più livelli: medico, sociale e professionale.

“Vivi, soldate!” è un progetto internazionale e l’Italia sin dall’inizio ha preso parte attiva nella ricerca di strutture pubbliche e private nazionali che potessero offrire servizi adeguati di protesizzazione e riabilitazione dei giovani militari ucraini mutilati.

La società di servizi di supporto alla nostra Camera,  International Consulting, è stata in grado di mettere in contatto con il Governo Ucraino l’azienda Corpora srl di Caserta (protesi) e il Centro Riabilitativo “Angeli di Padre Pio”  di San Giovanni Rotondo (FG) e tra il mese di luglio e settembre 2015 arriveranno in Italia i primi 13 militari ucraini  per iniziare il loro percorso personalizzato sia per il montaggio delle protesi che per la riabilitazione della capacità motoria.

Dal 2014 e fino ad oggi con il costante sostegno della CIBFEA rappresentata dal Segretario Territoriale in Ucraina Dott.ssa Alla Romashko sono stati realizzati i seguenti step nell’ambito del progetto “Vivi, soldate!”:

  1. il progetto parte alla fine del mese di ottobre e International Consulting ha partecipato alla fiera medica di Kiev, dove l’azienda Corpora è stata unica che abbia presentato delle protesi;
  1. nei primi giorni di novembre preso una clinica di Kiev è stato creato il gruppo protesico per i feriti nella zona del conflitto con lo scopo di esaminare la situazione e raccogliere i problemi esistenti; una volta al mese i professionisti si incontrano gratuitamente con le persone che hanno bisogna delle protesi;
  1. il 6 novembre abbiamo incontrato i rappresentanti del Ministero della Salute d’Ucraina;
  1. il 11 novembre abbiamo incontrato il capo della direzione PMI della Banca Europea di Ricostruzione e Sviluppo, Dott. Anton Usov. Abbiamo discusso le possibilità di finanziamento dei progetti dedicati al settore medicinale e siamo stati indirizzati all’UNDP (United Nations Development Programme in Uraine);
  1. sempre a novembre abbiamo incontrato l’Ambascatore d’Italia a Kiev ed abbiamo ricevuto la sua approvazione per lo sviluppo del progetto e la sua disponibilità di darci ogni sostegno necessario;
  1. abbiamo avuto numerosi incontri con gli interessati della città di Kiev: farmacie, centri ortopedici, negozi specializzati e punti vendita per esaminare il mercato e per creare una rete specializzata:
  2. abbiamo partecipato a diverse Tavole Rotonde con tutti gli interessati a prendere parte nel Progetto: rappresentanti istituzionali, medici specializzati, produttori di sistemi medicali, famiglie dei feriti, stampa, ecc.;
  1. a febbraio una delegazione italiana composta dalla Direzione Generale della Fondazione Angeli di Padre Pio, e dal General Manager di Corpora è stata ufficialmente in missione a Kiev per presentarsi ufficialmente ai Rappresentanti del Governo Ucraino e nello specifico al Servizio Statale che cura la contrattualistica relativa all’invio dei militari feriti al’estero. In tale occasione sono stati visitati i principali ospedali statali di Kiev dove vengono ricoverati i militari feriti. La delegazione è stata ricevuta ovviamente dall’Ambasciatore italiano a Kiev ed in tale occasione Corpora Srl ha manifestato l’intento ad aprire un centro di assistenza protesico a Kiev che fornirà ulteriore assistenza ai militari protesizzati in Italia.